Ultimo aggiornamento giovedì, 29 Febbraio 2024 - 19:15

Zazzaroni replica a Marotta: “Chi scambia un complimento per un’insinuazione ha la coda di paglia. Lo evito da un pezzo”

News
12 Gennaio 2024 23:28 Di salvatore
2'

Dopo le dichiarazioni rilasciate ieri da Marotta (“Siamo la lepre e dobbiamo schivare le fucilate… Lungi dal pensare che l’Inter sia condizionata da favoritismi, rispedisco queste dichiarazioni al mittente”), Ivan Zazzaroni, che sull’amministratore delegato interista si era espresso già nel corso dell’ultima puntata di ‘Pressing’, replica così all’esperto dirigente: “Proprio in virtù della lunga e stravincente esperienza juventina – scrive il giornalista sul Corriere dello Sport -, la lepre Marotta sa bene come schivare le fucilate. Prima di dichiararsi bersaglio dovrebbe però sentire il tum tum di un Perazzi: chi scambia un complimento per un’insinuazione ha il codone di paglia, vuol mettere le mani avanti. Oppure, più banalmente, ha soltanto pessimi informatori”.

 

Zazzaroni prosegue: “A Pressing ho spiegato senza tanti giri di parole che come dirigente Marotta dà 10 a 0 a tutti ed è la verità pura e semplice: è uomo di relazioni istituzionali, di rapporti di alto profilo politico, è presente in Consiglio Federale (unico non presidente di società tra i professionisti) e ha un ruolo spesso decisivo in Lega. Eppoi gestisce come nessun altro i rapporti (telefonici) con i media, condizionandoli con la leggendaria affabilità e talvolta con qualche dritta. Chi lo conosce bene da trent’anni, come il sottoscritto, lo evita da un pezzo, ma solo per la personalissima esigenza di autonomia intellettuale. Insomma Marotta fa il suo mestiere e lo fa benissimo, sono i suoi colleghi che dovrebbero andare a lezione da lui”.

fonte: www.linterista.it/