Ultimo aggiornamento domenica, 15 luglio 2018 - 18:57

Spalletti: “Rafinha per due partite in 3 giorni? Vi spiego. La Roma ha calendario migliore. Regia a Brozovic”

Interviste
16 aprile 2018 16:41 Di salvatore
4'

Domani sera l’Inter scenderà di nuovo in campo, dopo il pareggio ottenuto sul campo dell’Atalanta. Ospite a San Siro sarà il Cagliari di Lopez; alla vigilia della sfida tra Inter e Cagliari, in conferenza stampa ha parlato l’allenatore dei nerazzurri Luciano Spalletti:

INTER TV

“Siamo in diversi ad analizzare le partite e troviamo sempre tanti spunti. Ho trovato molte cose positive, lo dice anche la mia storia a Bergamo e anche quella dell’Inter. Abbiamo concesso i primi 15′, poi per il resto della partita meglio. Dobbiamo sempre migliorare e cercare di vincere, ma ce la siamo giocata alla pari. Cagliari? Avevano fatto bene col Torino anche se poi hanno perso, sanno giocare a calcio, hanno rosa importante e possono sostituire i due squalificati. Brozovic sta bene, se non ci sarà niente di nuovo gli verrà affidata la regia della squadra perché sa prendersi responsabilità importanti ed è pulito nel far girare palla”.

CONFERENZA

FRENATA – “I risultati è vero, probabilmente, potevamo gestire qualcosa… Ora non si può più. Restano sei partite, non so quanti punti dovremo fare, dobbiamo analizzare la situazione partita dopo partita. Domani la vittoria è l’unico obiettivo, il fatto che si venga da qualche risultato non pieno con pochi gol, non deve fare confusione sulla prestazione fatta. Secondo me come prestazioni siamo a posto, il gol fa sempre la differenza”. 

RAFINHA – “Secondo me sta bene. Quando si passano periodo con lunghi infortuni serve un po’ di tempo per recuperare il ritmo vero. Poi c’è la valutazione interna, non solo quella della partita precedente”. 

QUALITA‘ – “Noi siamo un gruppo di qualità e per certi versi lo abbiamo fatto vedere. Perché questa venga fuori eccelsa bisogna metterci oltre che quella tecnica, anche quella caratteriale, quella fisica, quella di tenere per un lungo periodo determinati comportamenti e attenzioni. Il mondo è pieno di meteore. La classifica vuole che tu faccia sempre bene. L’obiettivo di crescita e di lavoro è quello di metterci qualcosa di più sai individualmente che collettivamente. Servono altri calciatori nella casella dei gol fatti. Abbiamo questo campionato da giocare, dobbiamo tirare fuori dei numeri da queste sei partite”. 

AGGRESSIVITA‘ – “Il secondo tempo con l’Atalanta è stato diverso, l’inizio è stato timido e abbiamo faticato. Ma nel secondo non è stato così. Ho guardato anche le partite precedenti dell’Inter e Bergamo, e sono state simili a quella di sabato. Le partite giocate lì sono sempre state molto difficili. Il primo quarto d’ora qualcosa lo abbiamo sbagliato, dovevo essere più chiaro, se no loro sono bravi a mettere in pratica quello che gli chiedo. Abbiamo costruito delle ripartenze pericolose, così come le occasioni le hanno create loro. Non c’è stata tutta questa differenza a fine partite, ovvio quando non vinci aumentano critiche e consigli”. 

GOL – “Rafinha non deve essere amareggiato per aver sbagliato un gol, forse per il tiro che ha fatto. La squadra in generale, compreso lui, ha fatto delle prestazione e ha creato delle opportunità, si va ad essere più esigenti sul gesto che poi può dare la soluzione. La preparazione per fare gol questa squadra l’ha avuta. Non c’è un coniglio da tirare fuori dal cilindro, la squadra ha creato per fare gol nelle ultime partite; non è distante il passo. Non abbiamo vinto le ultime partite e ora è un giocarsi in tutte le partite il destino”.

fonte: http://www.fcinter1908.it/copertina/live-inter-cagliari-la-conferenza-stampa-di-luciano-spalletti/

Loading...
LEGGI COMMENTI

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi