Ultimo aggiornamento domenica, 15 luglio 2018 - 18:57

Icardi e il nodo del nuovo contratto: l’attaccante vuole un ingaggio da 9 milioni. La clausola…

Calciatori
12 gennaio 2018 12:08 Di salvatore
3'

Mauro Icardi sta vivendo una stagione assolutamente straordinaria e il rinnovo del contratto, con adeguamento, viene vissuto dal bomber argentino e da Wanda Nara come il giusto riconoscimento per il lavoro svolto. Secondo quanto riportato dall’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport, l’attaccante argentino è il primo a sapere che il club nerazzurro in questo momento non può riconoscergli un aumento in linea con le sue nuove ambizioni: guadagnare 9 milioni netti a stagione, cioè quasi il doppio da quanto gli viene riconosciuto adesso con la clausola da 110 milioni di euro. La nuova soglia viene considerata imprescindibile dall’entourage del cannoniere nerazzurro per la prossima stagione. Al momento il buon senso consiglia alle parti di prendere tempo, in attesa di capire se la squadra di Spalletti saprà conquistarsi l’accesso alla prossima Champions League. Icardi è il primo a tifare per questo lieto fine, anche perché ha dimostrato con i fatti di trovarsi a suo agio ad Appiano Gentile e dintorni.

Tuttavia, prosegue la rosea, la questione del contratto prima o poi, dovrà essere affrontata. L’Inter dal canto suo negli ultimi tempi sta vigilando nelle riunioni di Lega per capire quali potrebbe essere le date del prossimo mercato estivo. Secondo una corrente di pensiero molto diffusa c’è l’intenzione della A di indicare il 31 luglio come termine per la chiusura delle contrattazioni. Se andasse in porto questa riforma, il club nerazzurro rischierebbe di trovarsi in una condizione scomoda con Icardi, visto che avrebbe solo 15 giorni di tempo per sostituirlo. Il contratto in essere infatti, concede all’attaccante di potersi trasferire (in cambio di 110 milioni) nella finestra temporale tra l’1 e il 15 luglio 2018. In realtà c’è un’altra corrente di pensiero che spinge per fissare la chiusura del mercato l’8 agosto. In ogni caso i tempi sarebbero comunque stretti per la società della famiglia Zhang.
Se il calciatore dovesse entrare nell’ordine di idee di legarsi all’Inter fino al 2023, è evidente come diventerebbe d’attualità anche l’entità della nuova clausola. Nei mesi scorsi era stato ipotizzato un aumento a 200 milioni di euro (sempre e solo per l’estero), ma è presto per approfondire questo aspetto.
Di certo la richiesta di Icardi di 9 milioni netti all’anno diventa cruciale in questa partita, conclude la rosea. All’Inter al momento non conviene spingere sull’acceleratore, meglio lasciar tranquillo Maurito nella convinzione che i suoi gol possano spianare la strada verso la massima competizione europea. Ciò che serve per restare insieme.

fonte: http://www.passioneinter.com/mercato/rinnovo-icardi-inter-6/

Loading...
LEGGI COMMENTI

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi