“Ibrahimovic alla Juve era dopato”, arriva la condanna per diffamazione

Pubblicato il , in Calciatori

“Ibrahimovic era dopato quando giocava nella Juve”. Queste parole di Ulf Karlsson, ex ct della nazionale di atletica svedese, fecero scalpore e scattò subito la denuncia da parte del fuoriclasse svedese. Dopo 10 mesi è arrivata la sentenza del tribunale di Karlstad: 25 mila euro per diffamazione, è la cifra che incasserà il bomber del Manchester United.

ADVERTISEMENT

“Non è possibile mettere su 10 chili in così breve tempo. E guarda Albin Ekdal. Lui 8 chili in 6 mesi nello stesso club. Credo che questo, a quei tempi, fosse ancora nella cultura della Juventus. Avevano un medico che è stato sospeso per 22 mesi”. Queste le dichiarazioni incriminate a cui fecero seguito un chiaro dietrofront: “Chiedo scusa a Ibra e a tutti coloro che si sono sentiti offesi dalle mie affermazioni”. Ma l’ira di Raiola, noto agente, e dello stesso Ibra non si sono placate. Oggi la rivincita è arrivata!

Lascia un commento

LEGGI COMMENTI

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi