Ultimo aggiornamento martedì, 11 Maggio 2021 - 11:04

Eriksen: “Inter, mai pensato di scappare. Mi sono allenato sempre più forte. Ero certo che…”

News
15 Marzo 2021 14:42 Di salvatore
3'

È stato un su e giù sull’ottovolante Inter. Un anno da dimenticare, poi la scossa ed ecco Christian Eriksen. Con impegno e dedizione, il danese ha convinto Conte dopo un anno che lui stesso ha definito il “più duro e impegnativo“. “È stato su e giù. Ma prima di tutto, sento che sono in grande ripresa“. A dicembre il danese era “pieno di pensieri” mentre la finestra del mercato si avvicinava. Doveva lasciare Milano? “Quando dico questo, non è perché volessi scappare in qualche modo. Volevo davvero lottare per il mio posto, cosa che ho sempre dovuto fare. Ero sicuro che se fosse arrivata la mia occasione, probabilmente avrei provato a coglierla. Sento di averlo fatto“, dice con orgoglio Christian.

È stato mentalmente difficile. Sono venuto per giocare a calcio, e quando non puoi farlo, è fastidioso. Fuori dal campo è stato assolutamente fantastico. Milano è una bella città e la famiglia sta bene. È stato solo sul campo che mancava qualcosa. Essere un giocatore dell’Inter è sempre stato bello, ma ovviamente il momento più bello è poter giocare un po’ di più. È  davvero bellissimo essere un giocatore dell’Inter. Sono stato davvero bravo a isolarmi e concentrarmi“.

“Per un numero incredibile di giorni dopo l’allenamento e le partite, mi sono allenato di più. Un calcio di punizione, un tiro in porta o qualcos’altro, proprio perché avevo la possibilità di allenarmi di più perché non giocavo tanto”. E a proposito di calci di punizione, quella col Milan potrebbe aver rappresentato quella scintilla che Conte e l’Inter aspettavano da tempo: “Sono stato un po’ fortunato. È iniziato con il gol contro il Milan, la gente ha iniziato a guardarmi con occhi diversi. Dopo sono davvero migliorato di partita in partita. Sono contento che sia andata così. Penso che quella punizione abbia aiutato. Ha aiutato il modo in cui le persone guardavano le cose dall’esterno e ho avuto la prova che posso ancora giocare bene a calcio e posso calciare una punizione se c’è l’opportunità”.

Adesso sui quotidiani sportivi non si parla più di un Eriksen in vendita e il giocatore stesso ha ammesso che nessuno del club nerazzurro gli ha detto che era sul mercato. “È fantastico che sia stato in grado di mettermi alla prova, ma sento ancora che ci sono molte cose che posso dimostrare. Mi sento ancora come se ci fossero ancora molte cose dentro di me. Ho scoperto quanto va veloce il calcio. È un su e giù. Lo vivo davvero giorno per giorno e poi dobbiamo vedere come va e cosa porta il futuro“, conclude Eriksen in una lunga intervista a Sport Tv2.

fonte: https://www.fcinter1908.it/copertina/eriksen-pensato-scappare/?fbclid=IwAR32lPL8Po3A9o6PJr5unOX34ZZis42GMgY_EFxSy908uufZQNE-aXHnnGE