Ultimo aggiornamento martedì, 19 Novembre 2019 - 21:27

Conte: “Non voglio rimpianti. Sensi? Esami domani. Godin, tutto nuovo. Lazaro, vi chiedo…”

News
22 Ottobre 2019 16:31 Di salvatore
7'

APPIANO GENTILE – Vigilia di Champions League in casa nerazzurra. L’Inter di Antonio Conte affronterà domani sera – allo stadio Meazza – il Borussia Dortmund. Il tecnico nerazzurro, come di consueto, ha risposto alla domande dei cronisti presenti nella Media House di Appiano Gentile. FcInter1908.it vi riporta le parole del tecnico, accompagnato in sala stampa da Marcelo Brozovic.

Queste le prime parole del tecnico: “Una finale? Parlare di finale mi sembra esagerato, sicuramente una gara importante contro una squadra forte. Rimane una partita. La finale arriverà dopo in caso”

FASE DIFENSIVA – “non abbiamo avuto tutto questo tempo per preparare la partita, abbiamo lavorato sui video e analizzato alcune situazioni, dobbiamo fare attenzione a non perdere palloni, contro il Sassuolo abbiamo perso palloni in fase di costruzione e abbiamo preso gol. Il Borussia ha giocatori che in campo aperto possono far male”

PROVA DI MATURITA’ – “Ogni partita dobbiamo far punti, non dobbiamo aspettare queste gare. Abbiamo lavorato fin dal primo giorno sul fare punti in ogni gara, in Champions avremmo potuto fare di più contro lo Slavia e meritavamo di più contro il Barcellona. Non cambia la nostra mentalità”

ASSENZE – “Se a loro mancherà qualcuno avranno anche dei sostituti, vediamo sempre il bicchiere mezzo pieno dall’altra parte. Noi pensiamo a noi, pensiamo a fare una buona partita, abbiamo solo un giorno per prepararla, loro sono molto bravi nelle ripartenze e le sanno sfruttare bene, dovremmo esser bravi ad evitare questo tipo di situazione. Dobbiamo fare attenzione soprattutto a questo”

LUKAKU – “Romelu era molto contento del gol, non dimentichiamo che si passa facilmente da una situazione di crisi all’opposto. Ci vuole grande equilibrio, soprattutto noi, dobbiamo valutare la performace che hanno, questo insegno loro, chiaro che se fanno gol siamo contenti. Romelu si è integrato bene chiunque arriva ha facilità di adattarsi”

HANDANOVIC – “é molto importante per noi, da tanti anni all’Inter, il nostro capitano è un ottimo portiere e noi siamo contenti di averlo con noi”

RIPETERE BARCELLONA – “Se basta ripetere quella prova? Non lo so, dobbiamo dare tutto e non avere rimpianti, dobbiamo dare tutto e giocare al massimo delle nostre possibilità e non avere rimpianti a fine partite. Questo è un torneo difficilissimo e stiamo cercando di iniziare un percorso in Champions anche a livello di esperienza visto che a livello di calciatori non ne abbiamo tanti. Mi dispiacerebbe avere rimpianti”

GOL SUBITI – “Ci sono delle situazioni dove bisogna lavorare, l’ho spiegato anche nella conferenza pre Sassuolo, quando arriva un nuovo tecnico, in tre mesi lavori, ma ci sono sempre comunque solo tre mesi e giochi 7 gare in pochi giorni è inevitabile che paghi. Stiamo da poco insieme e stiamo lavorando da poco, alcune situazione devono esser recepite ancora di più, lavorando, passiamo dalla gara contro il Sassuolo a preparare la gara contro il Borussia, poi avremo un giorno di scarico e di nuovo in campo, naturale che si perda qualcosa. Guardiamo il bicchiere mezzo pieno, questa squadra segna sempre, dopo l’Atalanta è quella che ha segnato di più”

LAZARO – “Non è un giocatore che può giocare a ridosso delle punte, deve giocare esterno. L’abbiamo presto dall’Herta, ed è normale che quando prendi giocatori giovani da squadre di media fascia poi con il salto possano incontrare delle difficoltà. L’abbiamo presa per giocare in quella posizione, dove ha giocato molte volte, ci vuole pazienza e fiducia e lo chiedo anche a voi”

STACCO MENTALE A SASSUOLO – “Come detto in precedenza, c’è da vedere sempre il bicchiere in entrambi gli aspetti. Mezzo pieno perchè fino al secondo gol del Sassuolo la squadra si sia espressa in maniera egregia dopo c’è stato un qualcosa dove noi sappiamo che dobbiamo migliorare, lo sanno per primi i calciatori che sono delusi per aver concesso gol e riaprire una gara chiusa, dobbiamo lavorare con la consapevolezza che abbiamo fatto cose positive, le dobbiamo tenere per noi e considerare gli aspetti che non sono andati”

LAUTARO – “Parliamo di Brozovic, un calciatore importante già in questo momento e se continua a lavorare su questi aspetti può diventare un top mondiale nel suo ruolo. Per quanto riguarda Lautaro deve lavorare e basta, testa bassa e pedalare. Non deve pensare che il gol sia tutto per l’attaccante perchè per me non è cosi, deve lavorare per la squadra come sta facendo, mi piace quando lavora per i compagni, quando fa gol, deve continuare in questa maniera. Ha delle potenzialità importanti, ci stiamo lavorando. Sta a lui sapere di che morte morire, se diventare un top o rimanere di medio livello”

STEP – “tutte le gare rappresentano degli step per noi importanti e voglio vedere miglioramenti sotto tutti i punti di vista. Quella di domani è una partita che bisogna cercare di vincere e sappiamo che affronteremo un avversario forte, dando tutto noi stessi. Alla fine vedremo come andrà in maniera serena ma con molta concentrazione”

CANDREVA – “Penso che Antonio, come tutti gli altri, stiano dando il 100% mettendosi a disposizione. Un ragazzo nel quale devi entrare nella testa, devi lavorare, ha grandi potenzialità e bisogno di grandi conferme. Mi aspetto anche da lui una crescita sotto tutti i punti di vista, calcicista e extracalcistica. L’ho avuto in nazionale, sta facendo bene, ma sa anche che può fare molto di più”

SENSI E D’AMBROSIO – “Oggi è difficile parlarne. Danilo ha avuto una microfrattura e sarà importante valutare la soglia del dolore che ha e che dia la propria disponibilità. Vediamo con Stefano domani farà un controllo, monitoriamo la situazione e aspettiamo notizie dallo staff medico”

ATTEGGIAMENTO E APPROCCIO – “Sarà importante gestire tutti i 90 minuti della gara, importante l’approccio, il durante e il finale. Tutte le fasi sono importanti, perchè se vediamo il Sassuolo, grande approccio e finale da rivedere”

GODIN IN DIFFICOLTA’ – “PEr quello che riguarda Diego sicuro è cambiato il modo di giocare, sta lavorando tanto tatticamente e fisicamente, il modo di giocare è totalmente cambiato non solo come sistema ma come idea, andare a difendere davanti con 50 metri di campo dietro. E’ un ragazzo serio che ha voglia di fare di imparare. Dobbiamo andare dietro alla nostra idea di calcio. Io vado avanti con la mia idea di calcio, non tornerò indietro. Significherebbe metterci tutti indietro in undici a prendere schiaffoni, io gli schiaffoni li voglio dare”

PARLA BROZOVIC – “Dopo quattro anni sono arrivati tanti giocatori con molta esperienza, siamo forti ma dobbiamo dimostrarlo lavorando, domani ci aspetta una gara importante, giochiamo in casa nostra e dobbiamo vincere. Giocare senza Sensi? Il mio gioco non cambia tanto, io devo fare il mio, poi aiutare i miei compagni, Sensi è importante per noi è difficile stare senza ma anche se è assente dobbiamo andare avanti. Cosa è cambiato da quella sostituzione in Europa League? forse ero più giovane, sono cambiate molte cose, sono diventato anche papà, vedo tutto in maniera diversa, ho lavorato da solo e tanto e sono cambiate molte cose. Dove posso migliorare? In fase difensiva, devo dare di più, me lo dice anche il mister, devo schermare e fare attenzione ai lati dove sono altri giocatori, qui posso fare di più e forse perdere meno palle, qualche palla banale la perdo. Mi diverto di più in questa stagione? Sono sereno mi piace giocare la palla, voglio stare accanto ai compagni quando non hanno altre giocare, ho voglia di giocare il pallone”

fonte: https://www.fcinter1908.it/copertina/live-conferenza-stampa-conte-champions-borussia/

Loading...
LEGGI COMMENTI

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi