Ultimo aggiornamento lunedì, 01 Marzo 2021 - 17:40

Conte: “Dzeko? Chiesto niente, mercato solo a 0. Ibra-Lukaku? Non mi interessa. Eriksen…”

News
29 Gennaio 2021 15:01 Di salvatore
4'

APPIANO GENTILE – Archiviata la vittoria nel derby di Coppa Italia per l’Inter è tempo di rituffarsi in campionato. Benevento prima, Juventus poi. Campionato e semifinali di Tim Cup. Questi i prossimi impegni dei nerazzurri, tutti a stretto giro. Antonio Conte non vuole perder tempo e spingere al massimo la macchina per recuperare terreno in campionato dal vertice della classifica che dista due lunghezze. Per farlo domani sera dovrà vedersela con il Benevento di Pippo Inzaghi che nella gara d’andata venne superato con un punteggio tennistico.

La conferenza stampa di Antonio Conte

Il tecnico nerazzurro presenta la sfida di domani sera nella consueta conferenza stampa di vigilia e che FcInter1908 vi riporta in diretta, queste le sue prime parole: “Sicuramente il Benevento sta facendo molto bene e sono contento per Pippo che dopo la promozione si sta confermando in serie A. Inizia il girone di ritorno e chiaramente i punti inizieranno a pesare per tutti gli obiettivi per cui si gioca”

CALCIOMERCATO – “Dzeko? Io non ho chiesto niente, e iniziamo a dire questo. Se accostano Dzeko per mia volontà siete lontani anni luce perchè ho sempre detto che questi saranno i giocatori fini a fine stagione, ogni volta che si accosta un giocatore all’Inter si parla di un capriccio del tecnico e ho influito poco in questo campo, di lui non parlo per rispetto suo e dei miei giocatori. I giocatori rimarranno questi tranne se qualche scontento chiederà di andar via, se poi ci saranno situazioni senza esborso economico si farà altrimenti non vedo cambiamenti, sappiamo quale sia la nostra situazione, inutile creare instabilità nella squadra, noi dobbiamo lavorare e stare zitti. Non trovo corretto che ci siano situazioni che possano minare la serenità della squadra”

MANOVRA OFFENSIVA MIGLIORABILE – “Possiamo migliorare con il lavoro, con le conclusioni nell’ultimo passaggio. Creiamo tanto a fine gara i portieri sono i migliori in campo ma dobbiamo migliorare quando ci troviamo li. Possiamo migliorare e dobbiamo migliorare”

GARA DI VENERDI – “Questo lo dovete chiedere alla società, non vedo perchè non si possa spostare la gara a sabato”

ERIKSEN E CALCI PIAZZATI – “Mettere un giocatore per calciare le punizioni? Il calcio è diverso dal rugby, noi speriamo di avere un contributo da lui non solo sui calci da fermo ma anche durante la partita, in tutti questi anni l’Inter non ha mai avuto uno specialista, sicuramente è un’arma in più, detto questo ci aspettiamo anche qualcosa di fattivo durante la gara”

SANCHEZ – “E’ un giocatore dell’Inter, deve essere concentrato e a disposizione della squadra”

SQUALIFICA – “Voglio chiarire che io ho chiesto alla società di non fare ricorso, bisogna accettare queste situazioni giuste o sbagliate, se hanno deciso cosi va accettata. Per il resto i miei ragazzi dopo 1 anno e mezzo sanno cosa devono fare che tipo di gara ci aspetta contro il Benevento, ho uno staff preparato”

SENSI E VECINO – “Con Vecino di comune accordo abbiamo deciso di fargli fare delle gare visto che abbiamo partite ravvicinate, lui sta lavorando e si sta avvicinando al pieno recupero e ci auguriamo che possa tornare al 100%. Stefano sta lavorando e sta cercando di calibrare bene i lavori”

SQUALIFICA LUKAKU-IBRAHIMOVIC – “Se ci sarà un’inchiesta non so e non mi interessa. Per quanto riguarda Romelu era in diffida e ha preso la squalifica”

APPROCCIO – “Deve essere sempre lo stesso, a volte ci esce meglio, altre ci esce meno. Gli scontri diretti sono importanti ma sono anche importanti le gare con squadre medie e piccoli, tutte le partite valgono 3 punti. Lo scorso anno non abbiamo vinto contro la Juventus ma abbiamo battuto Lazio, Napoli e Milan”

fonte: https://www.fcinter1908.it/copertina/inter-benevento-conferenza-stampa-conte/?fbclid=IwAR2DzejEsH5gI3HKBHpXgPZ0sl5JOMpbfmsBVc7yrFIBPPKA_O_I5ZiqkDg