Ultimo aggiornamento mercoledì, 19 settembre 2018 - 21:59

Calciomercato, il piano B dell’Inter si chiama Marusic

Calciomercato
10 aprile 2018 18:28 Di Redazione
3'

Giusto per chiarire: l’Inter vuole riscattare Joao Pedro Cavaco Cancelo dal Valencia. I nerazzurri sono estremamente soddisfatti delle prestazioni del laterale portoghese che dopo un inizio in sordina si è meritato la fiducia di Luciano Spalletti conquistandosi poi sul campo la titolarità sulla fascia destra e i complimenti di allenatore e compagni di squadra. Tant’è che ogni tifoso della Beneamata che si rispetti non ha alcun dubbio: il lusitano è da riscattare senza se e senza ma. Il problema è che tra il dire e il fare ci sono di mezzo 35 milioni di euro, per un eventuale acquisto definitivo da esercitare entro e non oltre il 31 maggio 2018. E qui iniziano le prime problematiche. Il Valencia è praticamente sicuro dell’approdo in Champions League, con i conseguenti e certi premi economici in arrivo nelle casse degli iberici, e dovrebbe quindi versare senza batter ciglio i 25 milioni di euro pattuiti con l’Inter per acquistare Geoffrey Kondogbia.

Ma si deve fare un discorso differente per i nerazzurri, che per motivi di fair play finanziario devono chiudere il bilancio al 30 giugno almeno in pareggio. Secondo quanto filtra, sarebbe già arrivato un no secco dagli spagnoli alla richiesta di sconto sul cartellino del giocatore. Questo significa che per far restare Cancelo a Milano l’Inter dovrà colmare la differenza di una decina di milioni entro fine maggio e far ricadere sul bilancio attuale una prima parte dei 35 milioni complessivi dell’operazione (dipende dalla durata del contratto che gli verrebbe sottoposto). Non certo una buona notizia per un club che deve raggiungere il pareggio. Nulla di drammatico, si può fare con qualche acrobazia finanziaria e vendendo un paio di esuberi come per esempio Joao Mario al West Ham e Yuto Nagotomo al Galatasaray, cercando di realizzare immediate plusvalenze. O conquistando quel benedetto quarto posto e chiedendo di anticipare nell’esercizio in corso i proventi della UEFA.

Piero Ausilio stesso ha confermato che farà tutto il possibile affinché il terzino di Barreiro e Rafinha Alcantara possano restare in nerazzurro. Ma intanto, per non farsi trovare eventualmente impreparata, l’Inter studia piani B per il ruolo di terzino destro (per esempio, Sime Vrsaljko come anticipato nei giorni scorsi). Secondo quanto appreso da FcInterNews.it la società meneghina segue con particolare interesse le prestazioni di Adam Marusic. Arrivato alla Lazio da semi sconosciuto, il montenegrino si è subito distinto e messo in luce con la casacca biancoceleste, tant’è che Walter Sabatini e Ausilio sono rimasti impressionati dalla velocità di adattamento alla Serie A dell’ex Ostenda. I nerazzurri seguono con attenzione il giocatore, monitorandone la crescita addirittura dallo scorso ottobre, periodo in cui Cancelo era appena rientrato dall’infortunio al legamento collaterale mediale subito una quarantina di giorni prima in Nazionale. La valutazione dell’esterno, su cui è vigile anche il Tottenham di Mauricio Pochettino, si aggira sui 20-25 milioni di euro.

La Lazio si sa, non svende i propri investimenti, ed è una bottega piuttosto cara. Ma con i biancocelesti eventualmente si potrebbe intavolare una trattativa dal 1° luglio in poi, dando respiro al bilancio attuale. Intanto l’Inter continua alacremente a lavorare sul riscatto di Cancelo. E a cautelarsi nello stesso tempo qualora non potesse o non riuscisse a definire in proprio favore l’operazione per il lusitano.

FONTE: fcinternews.it/

Loading...
LEGGI COMMENTI

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi